home / Arriva l’advertising Video su Instagram, è la fine di un’era?

Arriva l’advertising Video su Instagram, è la fine di un’era?

E’ da un oltre un anno che se ne parla ma adesso è realtà. Sono comparsi già i primi video dopo un lungo test fatto con brand importanti come Disney, Banana Republic o promozioni di film come “Call of Duty”.

Con questa mossa ovviamente Instragram ha intenzione di monetizzare ma sarà certamente un elemento che infastidirà utenti che fino ad oggi hanno usato l’azienda acquistata da Facebook proprio per rilassarsi e pubblicare e condividere foto. Il problema è che il connubio video/foto non è convincente e l’applicazione per video di Instagram, Hyperlapse, che velocizza e stabilizza i video mobile è ancora un progetto.

L’invasione di pubblicità su Instragram era abbastanza inevitabile date le pressioni su una società quotata in borsa come Facebook. E’ va anche ammesso che fino ad oggi gli elementi pubblicitari sui vari social network, incluso Twitter, sono posizionati in modo da risultare efficaci ma non esageratamente invasivi o tali da impedire le normali interazioni degli utenti.
Instagram però è per molti utenti qualcosa di speciale e già quando l’app venne acquistata da Facebook per una cifra folle, erano stati in molti ad abbandonarla per motivazioni quasi etiche e la sensazione è che le reazioni ci saranno eccome.

D’altro canto Instagram si era già dimostrato un validissimo veicolo pubblicitario gratuito soprattutto per l’ecommerce di prodotti altamente emozionali, specie nella moda o nei gioielli, oppure per promuovere prodotti tramite selfie incentivati da eventi creati con gli hash tags.

Noi stessi in Tonic abbiamo spesso condotto campagne per operazioni di social commerce e creiamo instaevents per propagare ciò che accade durante eventi e fiere. Come il Master Star Serve organizzato da Heineken per promuovere la perfezione della spillatura delle birre e che viene promosso attraverso feste in noti locali Italiani. Tutto ciò che accade nonchè i brand Heineken vengono divulgati grazie alle foto degli utenti che portano con se l’hash tag #iospillo su Instagram e vengono spinte da immagini proiettate durante l’evento.

Triste dirlo ma era arrivato il momento che Instagram si facesse pagare, e probabilmente non finisce qui.

Scrivi un commento

Informativa cookie

Tonic is a Trademark owned by Dinamo S.r.l. - P.I./C.F. Pisa 01881080509